Datedea’s Weblog


Il sindaco riesuma un comitato per paura che torni il fascismo
October 10, 2008, 2:23 pm
Filed under: questa italia | Tags: , , , , , , ,

Ha paura il sindaco di Cuneo, Alberto Valmaggia (nella foto), centrosinistra. E prima che il nemico arrivi, ha già alzato le barricate. Per un sindaco pedemontano di centrosinistra la minaccia è il fascismo a più di 60 anni dalla sua scomparsa. Per un sindaco pedemontano di centrosinistra il rimedio è una brigata partigiana, stile secondo millennio. «Il fascismo potrebbe tornare, per questo non dobbiamo abbassare la guardia» ha sentenziato il primo cittadino che ha resuscitato il «Comitato antifascista». Il segnale inquietante della rinascita? Ma perbacco, l’equiparazione di partigiani e repubblichini fatta alle celebrazioni dell’8 settembre dal sindaco di Roma Gianni Alemanno e dal ministro della Difesa Ignazio La Russa. Quindi mobilitazione. La dicitura, per esteso, è «Comitato per la difesa della Costituzione nata dalla Resistenza», ma la sostanza non cambia. Inutili le richieste dell’opposizione di ribattezzare l’ente «Comitato contro tutti i totalitarismi»: «Cambiare il nome? Dobbiamo attenerci alla storia d’Italia». La replica dell’opposizione: «Atteggiamento strumentale. Il centrosinistra ragiona sul passato più che sul presente».

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=296916

Advertisements


E il Coni adesso chiederà i danni
August 2, 2008, 6:26 pm
Filed under: questa italia | Tags: , , , ,

«Tradimento!». Parola d’ordine del Coni. Petrucci, il presidente, sbraita. Rullano i tamburi degli uffici legali. Prima la Bastianelli, ora Baldini. «Ugual tradimento», dice Petrucci. «Baldini ha tradito l’Italia, il Coni, la sua federazione e il suo mondo». Non ci saranno mezze misure. L’atleta ha chiesto le controanalisi, il Coni continuerà nella linea dura: saremo inflessibili. Ma è il mondo dello sport che comincia a cercare difesa. Ieri la federciclismo ha messo a punto una serie di provvedimenti che toccheranno sia il lato sportivo sia la giustizia ordinaria. Il Coni intende tentare un’azione senza precedenti contro gli atleti dopati. Tutti gli azzurri «p.o.», ovvero probabili olimpici, hanno sottoscritto una lettera, un giuramento, nel quale hanno promesso fedeltà d’intenti e comportamenti, con tanto di riferimento alla voce doping. Dunque il tradimento è molto più pesante e il Coni sta pensando di portare in tribunale gli atleti con l’intento di penalizzarli anche dal punto di vista finanziario, non solo sportivo. Potrebbero partire cause per aver leso l’immagine azzurra, quella del Coni e in generale dell’Italia dello sport. Ovvio che sponsor e affini, che tanto hanno investito, non gradiscano queste cadute di immagine proprio alla vigilia dei Giochi. Sarebbe un caso clamoroso, forse qualcuno comincerebbe ad avere la tremarella e diminuirebbero gli ingenui, se tali sono.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=280348