Datedea’s Weblog


Coprifuoco a New Orleans ormai deserta
September 2, 2008, 6:15 pm
Filed under: news su internet | Tags: , , , ,

«La città potrebbe essere devastata. Non pensate di poter affrontare Gustav: rimanere sarebbe l’errore più grande della vostra vita!». Usa toni apocalittici il sindaco di New Orleans, Ray Nagin, nel diramare la prima evacuazione obbligatoria dei suoi cittadini da tre anni. Da quando un altro uragano, Katrina, aveva inondato la città, annegando nella vergogna l’amministrazione locale e Washington. Un disastro da un miliardo di dollari e oltre 1.800 morti. «È davvero possibile che accada di nuovo?», si chiede la gente mentre sigilla la propria casa e fugge lontano dal nuovo incubo. L’evacuazione degli abitanti della riva ovest del Mississippi è cominciata ieri mattina e nel pomeriggio è stata completata quella della riva est. Per ora le persone già messe in salvo sono 15mila. Dopo essersi abbattuto su Cuba e il Golfo del Messico, Gustav dovrebbe arrivare oggi a New Orleans. Gli allarmi di Nagin, che ha imposto il coprifuoco fino alla fine della tempesta, sono più drammatici delle previsioni del Centro nazionale per gli uragani. Secondo il quale, Gustav ha già esaurito in parte il potenziale: da categoria 4 è passato a categoria 3 ieri sera. Katrina, potenza 5, aveva investito New Orleans in pieno. Cosa che stavolta appare ancora incerta. La zona nel mirino per ora è solo quella ovest, dove però più debole è il sistema anti-inondazione. Il sindaco, nota il Los Angeles Times, avrebbe enfatizzato l’allarme per incoraggiare la popolazione a scelte prudenti e contenere le perdite umane.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287182

Advertisements


Tennis, un po’ d’Italia negli States La Pennetta sogna di firmare l’Open
September 2, 2008, 12:33 pm
Filed under: news su internet | Tags: , , , , , , ,

È bella e coraggiosa, Flavia Pennetta, la straordinaria stellina del nostro tennis. Grazie ai grandi occhi neri, al dolce sorriso, che nasconde il suo carattere forte, e a un fisico da «letterina» è una delle poche tenniste che il grande pubblico riconosce perché l’ha ammirata sul piccolo schermo dove è comparsa al di là dei servizi sportivi. Flavia, che a Flushing Meadows difende la testa di serie n. 16, ha superato il terzo turno battendo la russa Petrova e oggi giocherà contro Amelie Mauresmo per conquistare i quarti di finale degli US Open, l’ultima prova del Grande Slam che mette in palio per il singolare femminile la bellezza $ 7.950.000. Finalmente Flavia sta vivendo un momento pieno di magia. Un momento lungamente atteso che le dà il diritto di sognare. La Mauresmo, vincitrice di Wimbledon 2007, non va sottovalutata ma non è più la protagonista di qualche anno fa. Il suo ritorno è avvenuto dopo assenze e infortuni. Difatti ha detto: «È la prima volta che gioco quest’anno senza dover combattere contro guai fisici».

Per quanto riguarda Flavia la mia ammirazione va oltre i valori tennistici. Operata al polso, anche lei è rimasta lontana per lunghi mesi, ma ben più delicata da affrontare temo sia stata la brutta ferita al cuore provocata dalla fine dell’amore con Carlos Moya. Flavia nel 2008 si è buttata le delusioni alle spalle e ha vinto 2 tornei: Acapulco e Viña del Mar.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287277



Genova: paziente in ospedale coperto di formiche
August 2, 2008, 4:31 pm
Filed under: news su internet | Tags: , , , , , ,

Genova – Scoperta da film horror nel capoluogo ligure. Un paziente del presidio ospedaliero San Carlo di
Genova sarebbe stato trovato ricoperto di formiche.
Dopo la segnalazione sono giunti sul posto i carabinieri del Nas di
Genova, che hanno trovato alcune formiche ancora sul corpo
dell’uomo.

Stavano disinfestando Era in corso una disinfestazione dalle
formiche nella sala degenti da quattro posti letto del reparto di
Chirurgia. Lo ha
confermato la dottoressa Fiorella Bagnasco, dirigente medico
dell’ospedale del ponente di Genova: “La presenza di formiche era
stata segnalata nella sala degenza il 31 luglio – ha ribadito la dirigente –
Abbiamo chiamato i disinfestatori dell’Asl. Hanno fatto il loro lavoro,
mettendo le esche. Il primo del mese, cioè ieri, la situazione era
sotto controllo ed abbiamo continuato a tenere i degenti nella
stanza”. Durante la notte, invece, le formiche hanno abbandonato i loro nascondigli e sono uscite allo scoperto. “La figlia del degente ha
chiamato la polizia – ha proseguito Bagnasco – Sono intervenuti i
Nas. Abbiamo immediatamente ordinato un’altra disinfestazione. I
pazienti sono stati temporaneamente spostati. Seguirà una
profonda pulizia. Quindi i pazienti torneranno ai loro letti”

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=280522