Datedea’s Weblog


«Una via per Reitano»
March 23, 2009, 9:27 am
Filed under: molto | Tags: , , ,

(…) E lo fa, chiarisce il consigliere, in quanto appartenente alla «comunità dei calabresi», oltre che come vice presidente dell’associazione Mediterraneo. «Una associazione no profit che raggruppa gli oltre 22 mila calabresi che risiedono a Genova», spiega Aldo Praticò, presidente dell’associazione – e capogruppo di Alleanza nazionale in Comune – che ha presentato una analoga mozione che verrà letta al più presto niente meno che nella storica Sala Rossa di palazzo Tursi. D’altra parte entrambi i rappresentanti di An sono originari di Reggio Calabria e la madre di Falcone era addirittura compaesana di Reitano scomparso lo scorso 27 gennaio a soli 64 anni. L’associazione Mediterraneo ogni anno organizza uno spettacolo di cabaret, con la compagnia di Zelig, per beneficenza. Nel 2005 i fondi sono andati all’associazione Terre des Hommes che si occupa dell’adozione di bambini a distanza. Nel 2006 alla Gigi Ghirotti, mentre nella terza edizione è stata acquistata una macchina per la radioterapia che è stata donata all’Ist. Quest’anno sono previsti ben due appuntamenti. Il 30 maggio verrà riproposta la raccolta fondi (per il Gaslini) con uno spettacolo al Vaillant Palace mentre in autunno, per non dimenticare, si sta preparando un grande evento in ricordo proprio di Mino Reitano «in onore del quale chiediamo venga intitolata una strada di Genova», anticipa Praticò a nome di tutta la «comunità dei calabresi» che vive sotto alla Lanterna.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=338194

Advertisements


«Una festa per il pubblico di ogni età»
September 2, 2008, 6:26 pm
Filed under: news web site | Tags: , , , ,

«C’è l’orchestra Cleveland da non mancare», dice Enzo Restagno, musicologo e direttore artistico di Mito. Come da non saltare è la Filarmonica scaligera. C’è il grande compositore Harrison Bortwistle, 74 anni, «apprezzato in tutto il mondo», aggiunge. E ancora i Gitani e i loro itinerari espressivi. «È la festa della musica, una festa per il pubblico di ogni età. Fa piacere pensare che in uno stesso istante qualcuno vada a sentire un concerto di contemporanea e altri si dirigano verso una sede dove si esegue musica barocca o verso qualche altra forma di intrattenimento». La formula è rimasta più o meno quella del 2007, ma è sempre meno supermarket della musica e sempre più festival, con diverse punte di interesse ed eccellenza. «Una riguarda la musica antica – spiega -. A Sant’Ambrogio (domenica 7 settembre ore 11) René Clemencic dirigerà la Messe de Nostre Dame del compositore-monaco Guillaume de Machault, uno dei capolavori della musica religiosa medievale». Ma che fatica scegliere perché ogni giorno c’è di tutto. Meglio dunque avere le istruzioni per l’uso di un festival che potrebbe disorientare per qualità e quantità. Primo. «Procurarsi un catalogo e tracciare il proprio itinerario». Due. «Anche chi ha abitudini consolidate può provare a fare incursioni in altri generi». Tre. «Andare ai concerti con amici per vivere insieme momenti che fanno bene allo spirito.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287312



Track e Beau, i figli soldati dei due vice voteranno il presidente da una base in Irak
September 2, 2008, 5:56 pm
Filed under: new web | Tags: , , , , , , , , , , ,

St. Paul. Sarah Palin, governatrice dell’Alaska scelta venerdì dal candidato repubblicano John McCain come suo vice, ha presentato nel suo discorso in Ohio la sua famiglia: marito e cinque figli. Tra loro, Track, il diciannovenne che l’11 settembre del 2007 ha scelto di entrare nell’esercito e che l’11 settembre prossimo partirà per l’Irak, come ricordato dalla fiera madre al pubblico repubblicano. Un destino comune all’altro candidato alla vicepresidenza, Joe Biden, democratico e numero due di Barack Obama. Suo figlio, Beau Biden, un riservista della Marina, avvocato del Delaware di 39 anni e, si mormora, probabile successore al seggio del Senato del padre, partirà infatti per l’Irak pochi giorni dopo Track, il 3 ottobre. Beau ha fatto allusione alla sua partenza nel suo discorso introduttivo a quello del padre, il giorno in cui il vice di Obama ha parlato alla convention di Denver, dicendo che non potrà essere vicino al padre in novembre, durante il voto: «Quindi, ho un favore da chiedervi. Siate lì per mio padre, come lui lo è stato per me. Siate lì per Barack Obama, perché il Paese ha bisogno di lui».

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287180



Esplosione in villino per una perdita di gas
September 2, 2008, 5:40 pm
Filed under: new web | Tags: , , , , ,

In via del Castagneto, a San Polo dei Cavalieri, in provincia di Roma, si è verificata poco dopo le 20 di sabato un’esplosione nell’appartamento al piano terra di un villino, a causa di una perdita di gas proveniente dalla cucina. Il proprietario è rimasto ferito ed è stato trasportato all’ospedale di Tivoli. A causa dell’esplosione sono caduti alcuni tramezzi e la facciata dell’edificio è stata lesionata.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287325



«Una festa per il pubblico di ogni età»
September 2, 2008, 3:15 pm
Filed under: notizie in italia | Tags: , , , ,

«C’è l’orchestra Cleveland da non mancare», dice Enzo Restagno, musicologo e direttore artistico di Mito. Come da non saltare è la Filarmonica scaligera. C’è il grande compositore Harrison Bortwistle, 74 anni, «apprezzato in tutto il mondo», aggiunge. E ancora i Gitani e i loro itinerari espressivi. «È la festa della musica, una festa per il pubblico di ogni età. Fa piacere pensare che in uno stesso istante qualcuno vada a sentire un concerto di contemporanea e altri si dirigano verso una sede dove si esegue musica barocca o verso qualche altra forma di intrattenimento». La formula è rimasta più o meno quella del 2007, ma è sempre meno supermarket della musica e sempre più festival, con diverse punte di interesse ed eccellenza. «Una riguarda la musica antica – spiega -. A Sant’Ambrogio (domenica 7 settembre ore 11) René Clemencic dirigerà la Messe de Nostre Dame del compositore-monaco Guillaume de Machault, uno dei capolavori della musica religiosa medievale». Ma che fatica scegliere perché ogni giorno c’è di tutto. Meglio dunque avere le istruzioni per l’uso di un festival che potrebbe disorientare per qualità e quantità. Primo. «Procurarsi un catalogo e tracciare il proprio itinerario». Due. «Anche chi ha abitudini consolidate può provare a fare incursioni in altri generi». Tre. «Andare ai concerti con amici per vivere insieme momenti che fanno bene allo spirito.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287312