Datedea’s Weblog


In nove in un appartamento Covo di clandestini in via Arquà
August 23, 2008, 12:26 pm
Filed under: internet news rivista | Tags: , , , , , , , ,

C’era chi dormiva ancora e chi aveva già ingaggiato una partitina a briscola, di primo mattino. Li hanno trovati così gli agenti della polizia locale che ieri in zona Padova, nell’ambito di una serie di controlli, in applicazione del decreto sicurezza, hanno sequestrato un appartamento affittato a clandestini. Il proprietario dell’immobile è un egiziano di 36 anni: tuttora irreperibile, sulle sue spalle pende una denuncia per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per cessione onerosa di immobile a straniero irregolare. Non solo: l’uomo è risultato essere ormai uno specialista di questa attività, dato che già nell’aprile del 2007 era stato denunciato per il medesimo reato. Giovedì pomeriggio una pattuglia del nucleo Radiomobile dei vigili è intervenuta per un controllo: in via Arquà, in un piccolo appartamento di non più di 40 metri quadri, gli agenti hanno trovato quattro clandestini, tutti egiziani, di età compresa fra i 18 e i 38 anni. Nel locale però i posti letto erano almeno nove, a giudicare dai materassi buttati a terra a mo’ di giaciglio e dagli effetti personali rinvenuti dagli agenti. Gli egiziani fermati hanno anche rivelato alcuni dettagli del «trattamento» che ricevevano dal loro padrone di casa. Il «canone di locazione», per esempio, ammontava a 150 euro al mese per un posto letto «condiviso». I quattro inquilini sono ora indagati per mancanza di documenti, mentre all’appartamento sono stati apposti i sigilli.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=285233

Advertisements


Boxe: Russo e Cammarelle in finale per l’oro
August 23, 2008, 11:58 am
Filed under: notizie oggi | Tags: , , , , , ,

Pechino – Clemente Russo asfalta anche l’ostacolo americano. Il campione del mondo dei pesi massimi batte nettamente (7-1 il finale) lo statunitense Deontay Wilder gigante da quasi due metri. Sicurezza e padronanza, spavalderia e coraggio. Russo si piazza a centro ring e picchia come un dannato. Ci mette un paio di riprese a prendere la giusta misura (la differenza di altezza tra i due pugili sarà di almeno 20 centimetri) ma alla fine della terza è già sul 4-0. E l’apertura del quarto round è una sinfonia per l’azzurro che infila quattro pugni in serie e fiacchia le speranze del pugile Usa. Ora Russo si giocherà la finalissima per l’oro nella categoria 91 kg. Il pugile di Marcianise ritroverà il russo Rakhim Chakhkeiv, già battuto nella finale dei Mondiali dello scorso anno. Nella prima semifinale, Chakhkeiv aveva sconfitto il cubano Osmai Acosta Duarte 10-5. Il combattimento è in programma domani alle 15.21.

Vendicato Damiani “Rino, parli inglese? Allora traduci”. Russo fa il mattatore alla fine del match. Per rispondere a un giornalista Usa che gli chiede del match, precetta tv Rino Tommasi e gli fa fare da interprete. Spiega di non avere avuto difficoltà contro l’acerbo avversario: “Wilder è molto più alto e ho fatto il necessario e sufficiente per batterlo, oggi ero al 70 per cento. Il cento per cento me lo tengo per la finale”. Poi passa alla dedica della vittoria con due destinatari, il suo concittadino Angelo Musone e il tecnico azzurro, Francesco Damiani: “Ai Giochi di Los Angeles nell’84, entrambi persero contro dei pugili Usa.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=284994



Genova: paziente in ospedale coperto di formiche
August 2, 2008, 4:31 pm
Filed under: news su internet | Tags: , , , , , ,

Genova – Scoperta da film horror nel capoluogo ligure. Un paziente del presidio ospedaliero San Carlo di
Genova sarebbe stato trovato ricoperto di formiche.
Dopo la segnalazione sono giunti sul posto i carabinieri del Nas di
Genova, che hanno trovato alcune formiche ancora sul corpo
dell’uomo.

Stavano disinfestando Era in corso una disinfestazione dalle
formiche nella sala degenti da quattro posti letto del reparto di
Chirurgia. Lo ha
confermato la dottoressa Fiorella Bagnasco, dirigente medico
dell’ospedale del ponente di Genova: “La presenza di formiche era
stata segnalata nella sala degenza il 31 luglio – ha ribadito la dirigente –
Abbiamo chiamato i disinfestatori dell’Asl. Hanno fatto il loro lavoro,
mettendo le esche. Il primo del mese, cioè ieri, la situazione era
sotto controllo ed abbiamo continuato a tenere i degenti nella
stanza”. Durante la notte, invece, le formiche hanno abbandonato i loro nascondigli e sono uscite allo scoperto. “La figlia del degente ha
chiamato la polizia – ha proseguito Bagnasco – Sono intervenuti i
Nas. Abbiamo immediatamente ordinato un’altra disinfestazione. I
pazienti sono stati temporaneamente spostati. Seguirà una
profonda pulizia. Quindi i pazienti torneranno ai loro letti”

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=280522