Datedea’s Weblog


Stills: canto l’utopia come ai tempi di Nash
October 3, 2008, 12:18 pm
Filed under: Uncategorized | Tags: , , , , ,

C’è profumo di West Coast stasera al Teatro Smeraldo; ovvero di quegli anni a cavallo tra i ’60 e i ’70 in cui i giovani californiani parlavano di pace amore e musica con i suoni morbidi del folk e del country. Per i più anziani c’è anche il profumo delle antiche miscele folk-rock-psichedeliche dei Buffalo Springfield, perché Stephen Stills, texano di 63 anni, che stasera tiene concerto a Milano (appunto allo Smeraldo, ore 21), è stato colonna (insieme a Neil Young) degli Springfield, e lo è tutt’oggi di Crosby Stills Nash e Young. Poi, come gli altri tre, lavora da solo e sta preparando un nuovo cd; ma intanto è in uscita il film Deja vu (l’omonimo cd è nei negozi), cronaca del loro tour americano contro la guerra in Irak.Sempre sulle barricate; un tempo concerti contro la guerra in Vietnam, ora contro quella in Irak.«Le motivazioni delle guerre sono sempre sbagliate. Speriamo che le nostre canzoni servano almeno a far riflettere la gente».Un tempo in Chicago cantavate «vogliamo cambiare il mondo, possiamo cambiarlo», parole molto impegnative.«Era una stagione di utopia ma anche di grandi cambiamenti. Abbiamo cambiato il costume, la società e siamo andati oltre le nostre aspettative».Durante questo tour contro la guerra siete anche stati contestati, qualcuno vi considera solo dei vecchi hippie.«La nostra cultura è quella: siamo vecchi hippie che guardano al futuro.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=295300

Advertisements

Leave a Comment so far
Leave a comment



Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s



%d bloggers like this: